.VACCINO COVID 19: SPECIALISTI AL FIANCO DEI PAZIENTI KLINEFELTER

Noi del Gruppo SVITATI47 ci siamo rivolti a inizio aprile di dell’anno scorso sia ad alcune Associazioni di medici Endocrinologi, sia ad alcuni specialisti dei Centri di Riferimento per la sindrome di Klinefelter, affinché ci rilasciassero un attestato, da diffondere attraverso il nostro sito web e i nostri canali social, che desse la possibilità ai medici vaccinatori, di conoscere la nostra condizione preservandoci così dai vaccini che in alcuni casi, per quanto rari, avevano evidenziato un maggior rischio trombotico.

Facemmo questa richiesta perché moltissime persone con la sindrome di Klinefelter affermavano che pur desiderando vaccinarsi non lo avrebbero fatto perché avevano più paura del rischio trombotico che non del Covid stesso!

Come noto la sindrome Klinefelter non rientrava nelle categorie protette, le sole a cui in quel periodo, si somministrava il vaccino a RNAmessaggero.

Di tutte le persone da noi interpellate, solo la Dottoressa Annapia Verri prima, e il Prof. Andrea Garolla (SIAMS) dopo, si sono resi disponibili scrivendo due documenti con i quali, oltre a sostenere la necessità per noi con la sindrome di Klinefelter di vaccinarci, indicavano le caratteristiche dei vaccini adatti a noi che, del resto, sono gli stessi attualmente in uso in Italia..

Ringraziamo, ancora una volta, la Dottoressa Annapia Verri e il Prof. Andrea Garolla e rinnoviamo ad ambedue la nostra stima e gratitudine per il lavoro svolto a tutela di tutti noi pazienti nati con la sindrome di Klinefelter.

.

Autore: Equipe Direzionale del Gruppo SVITATI47

Pubblicato da

Gruppo SVITATI 47

sindrome-di-Klinefeter 47,XXY sindrome-di-Jacobs 47,XYY sindrome-di-Turner 45,X

3 pensieri su “.VACCINO COVID 19: SPECIALISTI AL FIANCO DEI PAZIENTI KLINEFELTER”

  1. Ma non si può avere l’esenzione invece alla terapia genica sperimentale visto che abbiamo già fin troppi problemi con il rischio di trombosi in condizioni normali?! Tutti i cosiddetti “vaccini” ad MRNA sembra che accelerino queste infauste circostanze trombotiche…!

    "Mi piace"

    1. Nel recente congresso SIAMS a Bologna, il 23 ottobre è stata ribadita la maggiore fragilità e maggiore rischio di conseguenze debilitanti per i soggetti con sindrome di Klinefelter in caso di contagio..
      Tragga lei le conclusioni.

      "Mi piace"

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...