GENITORI E RIVOLUZIONE

PER “CAMBIARE” I FIGLI BISOGNA ”CAMBIARE” I GENITORI: OVVERO IL LORO MODO DI RELAZIONARSI PER AIUTARLI A CRESCERE EQUILIBRATI E SERENI. (scarica il pdf in italiano)

Resistenza non violenta: il metodo di Haim Omer – Psicoterapeuta eRricercatore Accademico e attualmente Docente di psicologia all’Università di Tel-Aviv

Vogliamo segnalare strategie utili a gestire problematiche derivanti da DOP – Disturbo Oppositivo Provocatorio oppure, in generale, problemi inerenti l’eccessiva aggressività di bambini o ragazzi adolescenti. Il nostro Gruppo, infatti, viene coinvolto, a volte,  da famiglie con grosse  difficoltà; quindi auspichiamo che possano essere sempre più approfondite nuove strategie d’intervento.

Oggi parliamo di resistenza non violenta che è un sistema innovativo di terapia, volto al superamento delle difficoltà che i genitori incontrano nel confrontarsi con comportamenti ribelli o addirittura violenti e aggressivi dei figli.

Questo metodo, ad oggi, può essere applicato in ambiti diversi (abuso di alcool-stupefacenti e altre dipendenze, sindromi genetiche diverse, disturbi d’ansia, carenza di autostima  ecc.) e in diverse aree della società (famiglia, scuola ecc) agendo sui comportamenti critici e, soprattutto, sulla prevenzione.

Quello che ci ha maggiormente colpito, di questa guida, e che vogliamo assolutamente condividere con voi è  la puntuale descrizione del comportamento del figlio e le indicazioni concrete di cosa fare.

“La resistenza non violenta : guida per i genitori di adolescenti che presentano dei comportamenti violenti o autodistruttivi”

Autori: Haim Omer & Uri Weinblatt

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...